Gilman, Charlotte Perkins

Elizabeth J. Greene

Highlights biografici

Nella sua autobiografia, Charlotte Perkins Gilman ha ricordato, “Da sedici anni non avevo esitato da quel desiderio di aiutare l’umanità che è alla base di tutti i miei studi. Qui c’era il mondo, visibilmente infelice e visibilmente inutilmente; sicuramente richiedeva i migliori sforzi di tutti coloro che potevano minimamente capire qual era il problema, e aveva qualche miglioramento razionale da proporre” (Gilman 1990, 70). Definito un “riformatore ottimista” da uno dei suoi contemporanei, Gilman era soddisfatto della lode, ma distingueva il suo lavoro in modo diverso. Howells mi ha detto che ero l’unico riformatore ottimista che abbia mai incontrato. Forse perché non ero un riformatore, ma un filosofo. Ho lavorato per varie riforme, come Socrate è andato in guerra quando Atene aveva bisogno dei suoi servizi, ma non lo ricordiamo come un soldato. Il mio compito era quello di scoprire cosa affliggeva la società, e come migliorarla più facilmente e naturalmente “(Ibid., 182). Gilman ha lavorato per promuovere il suffragio femminile, la professionalizzazione del lavoro domestico, e il movimento purezza sociale (che ha cercato di riformare la morale della società americana, tra cui l’abolizione della prostituzione). Gilman ha anche fatto una campagna per le riforme relative alle questioni del lavoro e il trattamento della comunità medica delle malattie psicologiche.

Le visioni rivoluzionarie di Charlotte Perkins Gilman sulle capacità delle donne e le sue richieste di riforma politica, economica e sociale delle disuguaglianze di genere hanno scosso le fondamenta della società americana tra la fine del diciannovesimo e l’inizio del ventesimo secolo. Ha espresso le sue opinioni attraverso i suoi scritti, sia narrativa e saggistica, e anche tenuto conferenze in tutti gli Stati Uniti e in Europa occidentale. Anche se negli ultimi tempi è principalmente riconosciuta per il suo racconto “The Yellow Wallpaper”, durante la sua vita Gilman era meglio conosciuto per il suo lavoro innovativo Women and Economics: A Study of the Economic Relation between Men and Women as a Factor in Social Evolution , che è stato pubblicato nel 1898 e ha ricevuto il plauso internazionale.

Radici storiche

Charlotte Anna Perkins nacque il 3 luglio 1860 a Hartford, Connecticut, da Frederick Beecher Perkins e Mary Westcott Perkins. Uno dei due figli a sopravvivere, era per lo più autodidatta; Gilman ha scritto che la sua “scuola totale coperto quattro anni, tra sette scuole diverse, finendo quando avevo quindici anni” ( 1990, 18). Incoraggiata dal padre bibliotecario intellettuale, era un’avida lettrice. Charlotte era orgogliosa del suo lignaggio attivista intellettuale; le sue prozie includevano Catharine Beecher (prominente sostenitrice dell’educazione femminile), Harriet Beecher Stowe (abolizionista e autrice di Uncle Tom’s Cabin) e Isabella Beecher Hooker (attivista per i diritti delle donne e fondatrice della New England Woman Suffrage Association). Sfortunatamente, l’infanzia itinerante e povera di Perkins e il difficile matrimonio dei suoi genitori erano motivazioni alla base del suo lavoro di riforma degli adulti; cercò di affrontare questi problemi nella sua filosofia.

Dopo tentativi falliti per alleviare la sua grave depressione e rimediare al suo matrimonio travagliato con Charles Walter Stetson, Charlotte si trasferì in California con sua figlia Katharine nel 1888. Si è rivolta alla scrittura come fonte di reddito e come mezzo per analizzare i problemi di vivere e crescere un figlio come donna indipendente e autosufficiente. Inoltre, ha iniziato a tenere conferenze a gruppi femminili e orientati al lavoro locali. Nel 1893, ha ricevuto moderato plauso per la sua raccolta di poesie In Questo nostro mondo e ha iniziato a lavorare come contributore e redattore della rivista progressista, The Impress . Quando la rivista chiuse pochi mesi dopo, Charlotte lasciò la California per Chicago, dove trascorse diversi mesi a Hull House su invito di Jane Addams. La sua carriera di docente divenne sempre più successo e ha partecipato al Congresso Internazionale Socialista e del Lavoro a Londra nel 1896.

Al ritorno negli Stati Uniti, Charlotte continuò a scrivere e tenere conferenze in tutta la costa orientale e nel Midwest e iniziò una relazione con George Houghton Gilman, che in seguito sposò. Houghton è stato molto favorevole al lavoro di Charlotte e gli anni che hanno trascorso insieme sono stati momenti altamente produttivi per Charlotte. Nell’autunno del 1897, Charlotte scrisse il suo lavoro pionieristico Women and Economics in soli diciassette giorni (Gilman 1990, 237). Ha anche, da solo, ha scritto e prodotto la rivista mensile The Forerunner , dal 1909 al 1916. Charlotte Perkins Gilman era un intellettuale prolifico; biografa Denise D. Cavaliere sottolineato che “nel corso della sua lunga carriera, ha prodotto quasi duecento racconti, a circa 500 poesie, sette libri di saggistica, otto romanzi e novelle, una manciata di giochi, centinaia di saggi, un’autobiografia, decine di diari, e di quasi un migliaio di conferenze” (1994, 811).

Nel 1934, George Houghton Gilman morì per un’emorragia cerebrale. Dopo aver detto che aveva un cancro al seno inoperabile e la sensazione che la sua utilità per la società era finita, Gilman ha iniziato a pianificare il suo suicidio. Morì il 17 agosto 1935 nella casa di sua figlia a Pasadena, in California, preferendo il “cloroformio al cancro” (Gilman 1990, 334).

Importanza

All’indomani della rivoluzione industriale negli Stati Uniti, la disparità economica tra i ricchi e le classi lavoratrici era vasta. Inoltre, alti tassi di disoccupazione, condizioni di fabbrica non sicure, salari inferiori alla sussistenza e lavoro minorile stavano causando preoccupazione tra la classe media e gli individui della classe operaia. La protesta diffusa e la riforma fornirono un ambiente favorevole alle teorie economiche di Gilman.

Inoltre, “in tutto il paese si stavano formando gruppi femminili. . . . Attraverso tali club, le donne cominciarono a parlare di più insieme, a provare maggiore fiducia di quanto potessero in gruppi con uomini, a imparare più capacità organizzative e di dibattito, a diventare più impegnate politicamente” (Hill 1980, 179). Presero cause come l’abolizione, la temperanza e il movimento della purezza sociale; tuttavia, pochi affrontarono le ragioni alla base della subordinazione delle donne al di fuori degli sforzi di suffragio. La filosofia femminista di Gilman affrontava l’ideologia delle sfere separate per uomini e donne e la romanticizzazione della domesticità. Ha proposto una riforma radicale delle idee sulle donne, le loro capacità e diritti. La filosofia di Gilman riverberava con alcune donne in queste organizzazioni di attivisti ed erano scandalose per gli altri. Tuttavia, anche quando non furono completamente accettate, le sue idee incoraggiarono gli altri a sfidare le norme tradizionali, aprendo la strada alle rivoluzioni future delle donne.

Legami con il settore filantropico

La motivazione di Gilman a riformare e migliorare la società ha alimentato la sua scrittura e conferenze per tutta la sua vita. Anche se la sua filosofia era viziata dal fatto che rafforzava gli stereotipi razziali ed etnici, Gilman immaginava un mondo egualitario e-a differenza di molti intellettuali-passava molto tempo a vivere e lavorare con donne di diversa provenienza negli insediamenti comunali. Dopo aver raggiunto il successo, Gilman non dimenticò, né si separò, dalle esperienze di insediamento. Invece, ha fatto visite periodiche nel bel mezzo dei suoi viaggi e conferenze.

La maggior parte delle associazioni a cui Gilman apparteneva erano volontarie e si basavano su donazioni per la loro sussistenza. Infatti, Gilman è stato anche il destinatario di molti doni filantropici. Per le sue lezioni, parlava spesso per meno del costo delle sue spese totali. La pubblicazione del suo diario, The Forerunner , doveva essere integrata da altri lavori a causa del suo piccolo appeal sul mercato. Nel corso della sua vita, Gilman ha lottato per soddisfare i suoi bisogni monetari e ha fatto molti sacrifici per garantire la continuazione dei suoi sforzi per il bene dell’umanità.

Idee chiave

Fin dall’inizio della sua carriera di attivista, Gilman sapeva che il suffragio non era il rimedio singolare per il trattamento ineguale e inferiore delle donne. Ha spiegato: “L’uguaglianza politica richiesta dai suffragisti non è sufficiente per dare una vera libertà. Le donne la cui posizione industriale è quella di una domestica, o che non lavorano affatto, che sono nutrite, vestite e date in tasca dagli uomini, non raggiungono la libertà e l’uguaglianza, con l’uso del voto.”(in Karpinski 1992, 1)

Affinché le donne possano vivere autonomamente, non potrebbero dipendere dagli uomini per il sostegno finanziario. Gilman ha sostenuto il riconoscimento e la professionalizzazione del lavoro domestico e l’accettazione e il sostegno per le donne che lavorano fuori casa come mezzi per raggiungere l’uguaglianza economica per le donne .

Mentre Gilman protestava per le disparità economiche tra il lavoro maschile e quello femminile, si opponeva anche al trattamento iniquo delle classi sociali . Sebbene Gilman stessa sia nata nella società della classe media, ha assorbito le idee del popolo del giornale orientato al lavoro dove ha lavorato per la prima volta a Providence. Ha osservato le difficoltà che le donne della classe operaia hanno affrontato in case di insediamento come Hull House a Chicago. Si identificò con i socialisti inglesi che la pensano allo stesso modo chiamati Fabiani che sposarono pacifici sforzi di riforma pragmatica, al contrario di violente rivoluzioni politiche sostenute dai socialisti marxisti. In questo modo, le ideologie femministe di Gilman hanno contribuito ai movimenti di riforma del lavoro del tempo.

Un’altra delle aree di attivismo di Gilman era il movimento della purezza sociale . Come un gran numero di riformatori donna, Gilman era preoccupato con la morale decadente della società americana. Il movimento, che ha avuto inizio nel 1870, ha chiesto l’abolizione della prostituzione , piuttosto che la regolamentazione della prostituzione, come era più popolare. Il movimento ha anche sostenuto diciotto come standard legale “età del consenso” per le ragazze che accettano di rapporti sessuali con un uomo. Durante il tempo, legge maggior parte degli stati ha dichiarato che l ” età in cui gli uomini potrebbero essere condannati per stupro se avere sesso con una ragazza era più giovane di dieci o dodici anni di età. In Delaware, l ” età del consenso era sette. I riformatori del movimento pubblicarono le loro riflessioni sulla rivista The Philanthropist, fondata nel 1885. Vari gruppi femminili, il più popolare dei quali era l’Unione cristiana della Temperanza femminile, sostenevano il movimento e la campagna dell’età del consenso . Alla fine la campagna ebbe successo; nel 1920, la maggior parte degli stati aveva cambiato le loro leggi per riflettere sedici o diciotto anni come l’età del consenso (Doak et al. “Come ha fatto genere”).

Persone importanti legate all’argomento

Jane Addams (1860-1935) fondò l’esperimento sociale pionieristico, la casa di insediamento chiamata Hull House a Chicago nel 1869. Addams e i suoi volontari hanno aiutato individui e famiglie a gestire alloggi poveri, salari bassi, lavoro minorile e le transizioni degli immigrati nella società americana. Addams invitò Gilman a venire a Chicago nell’estate del 1895. Sebbene differissero nei loro punti di forza e modi di attivismo, le donne hanno scoperto di condividere la passione per la riforma sociale e hanno continuato a collaborare per tutta la vita (Deegan 1997, 29-30).

Catharine Esther Beecher (1800-1878): prozia di Gilman e uno dei principali sostenitori dell’educazione femminile del diciannovesimo secolo. Beecher sviluppato insegnante e l ” educazione formale per le donne e stabilito un certo numero di scuole del Midwest. Non suffragista, Beecher credeva che i ruoli e le posizioni domestiche come insegnanti fossero le posizioni più potenti per le donne. Ha scritto il libro popolare, A Treatise on Domestic Economy (1841), che è stato “il primo lavoro americano a trattare con tutti gli aspetti della vita domestica” (Brittanica Online, “Beecher”).

Isabella Beecher Hooker (1822-1907): prozia di Gilman e attivista per i diritti delle donne. Hooker ha fondato la New England Woman Suffrage Association.

Harriet Beecher Stowe (1811-1896): prozia di Gilman e sorella minore di Catharine, Stowe era una scrittrice, abolizionista e insegnante. È nota soprattutto per il suo romanzo sulle realtà della vita degli schiavi, Uncle Tom’s Cabin (o Life Among the Lowly ), pubblicato nel 1852. Il libro divenne uno dei libri più disprezzati e più amati del suo tempo. Stowe fu una scrittrice prolifica e scrisse trenta libri e numerosi articoli e altri pezzi letterari nel corso della sua vita (HBSC “Harriet’s Life”).

Organizzazioni non profit correlate

La Charlotte Perkins Gilman Society è stata fondata nel 1990 da Elaine R. Hedges e Shelley Fisher Fishkin. Lo scopo della società è ” incoraggiare l’interesse per Charlotte Perkins Gilman e le questioni che ha esplorato “(CPGS “About the”).

Woman’s Christian Temperance Union (WCTU): Fondata nel 1874, la WCTU è la più antica organizzazione femminile non governativa al mondo. L’obiettivo originale del WCTU era quello di liberare l’America dal problema dell’abuso di alcol. La WCTU condivideva un certo numero degli stessi obiettivi con il movimento per i diritti delle donne, quindi era una transizione naturale e facile per i membri della WCTU impegnarsi nel suffragio femminile (Smiltneek “The Suffrage Movement”). WCTU era anche favorevole al movimento purezza sociale e attivo nel tentativo di stabilire ragionevoli leggi “età del consenso”, proteggendo le ragazze dalla predazione sessuale.

Siti Web correlati

Un sito Web Celebration of Women Writers include centinaia di biografie tra cui una breve biografia di Gilman e molti link alle sue opere sul Web. Disponibile presso http://www.digital.library.upenn.edu/women/_generate/authors-G.html.

Il sito Web della Charlotte Perkins Gilman Society fornisce un’ampia biografia su Gilman, collegamenti ad altri siti relativi al lavoro di Gilman, nonché informazioni sul lavoro della società e pubblicazioni da acquistare attraverso il sito. Visita a http://www.cortland.edu/gilman/Default.htm.

A Guide to Research Materials: Charlotte Perkins Gilman di Kim Wells (1998) include una notevole bibliografia delle opere di Gilman insieme a prospettive critiche su Gilman scritte dopo il 1990. Include riferimenti a bibliografie di opere su Gilman scritte prima del 1990, come compilato da altri ricercatori. Leggi la carta online su http://www.womenwriters.net/domesticgoddess/CPGguide.html.

Bibliografia e fonti Internet

Britannica Online. “Women in American History: Catharine Esther Beecher.”Encyclopaedia Online. http://search.eb.com/women/articles/
Beecher_Catharine_Esther.HTML . La nostra azienda si occupa di “A proposito della Gilman Society.”Università Statale di New York College a Cortland. http://www.cortland.edu/gilman/AboutCPGS.htm.

Deegan, Mary Jo. “Introduzione: Gilman’s Sociological Journey from Herland to Ourland . Con lei in Ourland: Sequel di Herland di Charlotte Perkins Gilman, a cura di Mary Jo Deegan e Michael R. Hill, 1-50. Westport, CT: Greenwood Press, 1997. ISBN: 0275960773. E ‘ un gioco da ragazzi che si svolge ogni anno. “In che modo il genere e la classe hanno plasmato la campagna Age of Consent all’interno del Social Purity Movement, 1886-1914?”Università Statale di New York a Binghamton. http://womhist.binghamton.edu/aoc/doclist.htm. Per saperne di più clicca qui. La vita di Charlotte Perkins Gilman: un’autobiografia . 1935. Ristampa, con un’introduzione di Ann J. Lane, Madison: University of Wisconsin Press, 1990. ISBN: 0299127400.

– – – – – -. Donne ed economia: Studio della relazione economica tra uomo e donna come fattore di evoluzione sociale . 1898. Ristampa, a cura di Carl N. Degler, New York: Harper & Row, 1966. ISBN: 0061330736.

Harriet Beecher Stowe Center. “Harriet’s Life and Times. Harriet Beecher Stowe House. http://www.harrietbeecherstowecenter.org/life/#writer.

Hill, Mary A. Charlotte Perkins Gilman: La realizzazione di una femminista radicale 1860-1896 . Philadelphia, PA: Temple University Press, 1980. ISBN: 087722160X.

Karpinski, Joanne B., ed. Saggi critici su Charlotte Perkins Gilman . New York: G. K. Hall, 1992. Come: 0816173115X.

Cavaliere, Denise D., ed. I diari di Charlotte Perkins Gilman . Nel 1994 è stato pubblicato il primo album in studio della band. ISBN: 0813915244.

Lane, Ann J. A Herland e oltre: La vita e il lavoro di Charlotte Perkins Gilman. Nel 1990 è stato pubblicato il primo album in studio della band. ISBN: 0813917425.

Smiltneek, Elizabeth. “Il movimento del suffragio.”Imparare a dare, Consiglio delle Fondazioni Michigan. /carta.

Questo documento è stato sviluppato da uno studente che ha seguito un corso di studi filantropici insegnato all’Indiana University di Bloomington. Si è offerto da Imparare a dare e Indiana University a Bloomington.

Leave a Reply