Miti sul cancro al seno

Ci sono molti miti sul cancro al seno e talvolta è difficile sapere cosa credere e cosa ignorare.

Ci sono alcune cose che sappiamo non sono semplicemente vero – che solo le donne possono ottenere il cancro al seno, per esempio. In Australia, circa 145 uomini sono diagnosticati con cancro al seno ogni anno.

Ci sono altri miti che non sono supportati dalla ricerca o non sono dimostrati perché non è stata fatta abbastanza ricerca per supportare l’affermazione:

  • Indossare reggiseni con ferretto o aderenti-Cancer Australia, la principale agenzia nazionale australiana per il controllo del cancro, afferma che la ricerca non supporta l’affermazione che i reggiseni con ferretto o aderenti aumentano il rischio di cancro al seno di una donna.
  • Uso di antitraspiranti o deodoranti-Voci su Internet hanno suggerito che le sostanze chimiche negli antitraspiranti ascellari vengono assorbite attraverso la pelle, interferiscono con la circolazione linfatica e causano l’accumulo di tossine nel seno, portando infine al cancro al seno. Non ci sono prove sufficienti per dimostrare che l’uso di antitraspiranti o deodoranti può aumentare il rischio di sviluppare il cancro al seno. L’Istituto nazionale della salute degli Stati Uniti, che è la principale agenzia del governo degli Stati Uniti per la ricerca e la formazione sul cancro, affronta questo problema in un antitraspiranti/deodoranti e scheda sul cancro al seno disponibile attraverso il loro sito web.
  • Aborto e aborto spontaneo – Cancro L’Australia afferma inequivocabilmente che non esiste alcun legame tra l’interruzione della gravidanza e un aumento del rischio di cancro al seno. Ciò include sia l’aborto indotto che l’aborto spontaneo.
  • Protesi mammarie – Diversi studi hanno scoperto che le protesi mammarie al silicone non aumentano il rischio di una donna di sviluppare il cancro al seno, sebbene le protesi mammarie al silicone possano causare la formazione di tessuto cicatriziale nel seno. Potresti aver visto rapporti dei media che suggeriscono che le protesi mammarie utilizzate nella ricostruzione del seno possono essere collegate a un tipo molto raro di linfoma chiamato linfoma anaplastico a grandi cellule. Questo è un cancro eccezionalmente raro, che colpisce solo 170 donne in tutto il mondo fino ad oggi. Questo è un rischio potenziale per circa una donna su un milione con protesi mammarie.
  • Stress-La maggior parte delle ricerche finora non mostra un legame tra stress e aumento del rischio di cancro al seno. Tuttavia, ci sono stati alcuni risultati contrastanti. Sono necessarie ulteriori ricerche in questo settore.
  • Urto o bussare al seno-La ricerca ha dimostrato un urto o bussare al seno non causa il cancro al seno. Tuttavia, può attirare l’attenzione su un nodulo esistente nel seno.

Mythbusting

Leave a Reply